Browsing » Editoriale

Orgoglio Capitale

Cinque marzo duemilasedici. Il Commissario straordinario di Roma Capitale, (mal) consigliato da qualche suo collaboratore (non in buona fede), assume che l’incarico di Capo dell’Avvocatura comunale sia “scaduto” (come fosse una sorta di yogurt): ed indìce una selezione, riservata ai legali interni in possesso del titolo di cassazionista, allo scopo di procedere ad un nuovo […]

E lo chiamano Giudice….

E lo chiamano Giudice….

Lo dico da convinto ex giudice conciliatore: all’inizio degli anni novanta, quando si affacciavano alla ribalta del dibattito giuridico italiano le voci sulla necessità di riformare l‘impianto della magistratura onoraria civile di primo grado, mediante tra l’altro l’introduzione della figura del Giudice di Pace, molti di noi erano sinceramente contenti. I “vecchi” giudici conciliatori erano […]

Il quinto (cinque come cinque) potere

Il quinto (cinque come cinque) potere

C’è una singolare coincidenza tra la ricorrenza del numero 5 e gli organi di informazione. E’ vero, “Quinto Potere”, il celebre film di quarant’anni fa diretto da Sidney Lumet e che vinse ben quattro premi Oscar, riguardava, in realtà, più specificatamente il settore della televisione: tuttavia la ferocissima parodia contenuta nel capolavoro cinematografico, che ebbe […]

Ma la signora Belviso bisbiglia o gracchia?

Ma la signora Belviso bisbiglia o gracchia?

La premessa è doverosa: non credo molto al c.d. giornalismo d’inchiesta, specie di quello “mordi e fuggi” ed alimentato da giovanotti scarsamente scolarizzati, in cerca di celebrità e magari scodinzolanti dietro a politici locali giunti sull’orlo del fallimento. Preferisco, se posso, arrivare direttamente alla fonte della notizia, documentarmi, ma non attraverso i media: così, in […]

Ca Priolo

Ca Priolo

Ho avuto di recente l’altissimo onore di essere l’oggetto di un interessante articolo scritto dal giornalista Carlo Priolo su “L’Opinione” dal titolo “Un avvocato a posto fisso”. Quando si occupano posti di rilievo, nella società, non bisogna stupirsi di essere destinatari dell’attenzione di osservatori dalla buona penna e, quindi, occorre da un lato abituarcisi e […]

DEFENSOR URBIS

DEFENSOR URBIS

1) Il quotidiano romano “Il Tempo”, nell’edizione di domenica 19 gennaio 2014, titolava a tutta pagina, parlando degli emolumenti corrisposti da Roma Capitale ai propri Avvocati-dipendenti, in questo modo: “Gli stipendi faraonici degli avvocati comunali”. Il pezzo parlava di un vero e proprio “salasso” delle casse capitoline, affermando che la media della retribuzione era pari […]

LE BUCHE DI ROMA

LE BUCHE DI ROMA

Quello del pietoso stato del manto delle strade di Roma è un argomento che i cittadini conoscono bene. Tutti (pedoni, motociclisti, automobilisti) prima o poi subiscono un danno dalle sconnessioni dei marciapiedi e delle strade e se le richieste di risarcimento sono tutto sommato contenute (se ne contano circa duemila l’anno) è solo perché il […]

Io sto con Roma

Io sto con Roma

E’ passato il decreto “Milleproroghe”, con la norma che, prevedendo il trasferimento di 400 milioni dalla “gestione commissariale” alle casse capitoline, consente a Roma Capitale di proseguire indenne la sua attività evitando, così, il c.d. default. Da un paio di parti si sono sollevate critiche che, definire aspre, appare poco. Non conta tanto il giudizio […]

LIBERTÀ …. DI STUDIARE

LIBERTÀ …. DI STUDIARE

Mercoledi 18 dicembre, ore 9.50 in punto. Aspetto che arrivino i due colleghi che comporranno la Commissione d’esame, sul marciapiede antistante l’ingresso principale del “Nuovo Complesso”, in Via Majetti. Il cielo è di un azzurro brillante, il sole non ha ancora raggiunto la strada e le pozzanghere sono caratterizzate da uno strato di crosta gelata […]

Per Achille il telefono del Ministro non squilla

Per Achille il telefono del Ministro non squilla

Achille della Ragione. Ginecologo napoletano, classe 1947, sta scontando la sua reclusione a Rebibbia. Giusta o sbagliata che sia, la pena che gli hanno inflitto, la sta espiando. Con rigore ed al tempo stesso con umana rassegnazione. E’ un detenuto che, a quanto dicono tutti gli altri, è considerato come una sorta di “carcerato modello”. […]

« Articoli precedenti |