Browsing »

Orgoglio Capitale

Cinque marzo duemilasedici. Il Commissario straordinario di Roma Capitale, (mal) consigliato da qualche suo collaboratore (non in buona fede), assume che l’incarico di Capo dell’Avvocatura comunale sia “scaduto” (come fosse una sorta di yogurt): ed indìce una selezione, riservata ai legali interni in possesso del titolo di cassazionista, allo scopo di procedere ad un nuovo […]

E lo chiamano Giudice….

E lo chiamano Giudice….

Lo dico da convinto ex giudice conciliatore: all’inizio degli anni novanta, quando si affacciavano alla ribalta del dibattito giuridico italiano le voci sulla necessità di riformare l‘impianto della magistratura onoraria civile di primo grado, mediante tra l’altro l’introduzione della figura del Giudice di Pace, molti di noi erano sinceramente contenti. I “vecchi” giudici conciliatori erano […]

Il quinto (cinque come cinque) potere

Il quinto (cinque come cinque) potere

C’è una singolare coincidenza tra la ricorrenza del numero 5 e gli organi di informazione. E’ vero, “Quinto Potere”, il celebre film di quarant’anni fa diretto da Sidney Lumet e che vinse ben quattro premi Oscar, riguardava, in realtà, più specificatamente il settore della televisione: tuttavia la ferocissima parodia contenuta nel capolavoro cinematografico, che ebbe […]

AUTONOMIA ED INDIPENDENZA DELLE AVVOCATURE PUBBLICHE: ANCORA UNA VOLTA C’E’ BISOGNO DELL’INTERVENTO DEL GIUDICE.

AUTONOMIA ED INDIPENDENZA DELLE AVVOCATURE PUBBLICHE: ANCORA UNA VOLTA C’E’ BISOGNO DELL’INTERVENTO DEL GIUDICE.

Una recente sentenza del Tar Lombardia[1] che ha accolto il ricorso proposto da un dipendente del Comune di Sesto San Giovanni, addetto all’Ufficio legale, il quale si doleva della deliberazione con la quale l’Ente aveva collocato la struttura di appartenenza alle dirette dipendenze del Segretario comunale, ripropone il delicato tema dell’autonomia delle Avvocature pubbliche. Una […]

Elezioni forensi: la storia di un regolamento bulgaro, della cocciutaggine degli avvocati e della perdita di pazienza del TAR

Elezioni forensi: la storia di un regolamento bulgaro, della cocciutaggine degli avvocati e della perdita di pazienza del TAR

    La legge di riforma dell’Ordinamento forense è stata approvata il 31 dicembre del 2012 (fu l’ultimo provvedimento di quella legislatura, varato in piena notte). Si attendeva da tanti anni, la legge (n. 247/12), visto che la precedente risaliva al 1933. Il testo, concertato con il CNF e con l’OUA, abbraccia la quasi totalità […]

« Articoli precedenti |